fbpx

Le due cultivar più rappresentative della produzione olivicola salentina, e pertanto le più diffuse, sono due: l’Ogliarola leccese e la Cellina di Nardò. E anche l’Azienda Olio Febo si avvale principalmente di queste due qualità di olive, che conferiscono a Olio Febo il colore dorato e un gusto armonico e leggermente fruttato.
A queste due cultivar se ne affianca una terza, la Picholine.

 

Ogliarola

Cultivar autoctona, è la più comune in Puglia e la più anticamente conosciuta: è quella degli ulivi secolari, che raggiungono dimensioni notevoli. Ha le foglie lunghe e strette e frutti piccoli. È una varietà molto delicata, ma ha una resa alta e se ne estrae un evo dorato di altissima qualità.

 

Cellina

Tipica del Salento e più resistente dell’Ogliarola, ha le foglie piccole e ovali, i frutti di piccole dimensioni e fiorisce prima dell’ogliarola. Ha una resa non troppo alta, ma è fortemente adattabile e riesce a fruttificare anche in condizioni avverse. Se ne estrae un olio dorato e dal gusto armonico.

 

Picholine

Di origine francese, è più resistente ai parassiti e ai batteri, ma anche al freddo e alla siccità. Ha i frutti medio-grandi che spesso si utilizzano anche come olive da tavola, ed è quella che utilizziamo per l’olio Le Cisarelle, che ha un colore più verde e un gusto più intenso e piccantino.

Scopri il prezzo di Olio Febo sul nostro shop online.

Puoi scegliere tra diverse varietà di olio extravergine d’oliva pugliese, condimenti aromatizzati, e a breve potrai acquistare anche l’olio d’oliva biologico.

× Hai bisogno di aiuto?